03 Mar

Kettlebell e Loop Bands® – parte 2

In un articolo precedente abbiamo visto un paio di proposte per combinare in modo efficace Kettlebells e Loop Bands® (se non hai letto l’articolo lo puoi trovare qui)

Oggi ti voglio mostrare un’altra possibile applicazione utile per offrire un nuovo stimolo ai muscoli delle braccia, in particolare ai bicipiti: si tratta di un esercizio estremamente intenso in cui subentra una forte componente destabilizzante.

Per svolgere l’esercizio ti serviranno un paio di minibands, un bilanciere e due kettlebell non troppo pesanti (nel video utilizzo due kettlebell da 6 Kg l’uno)

Di seguito l’esecuzione corretta.

 

 

Come è facile intuire, il curl non è reso più difficile tanto dal carico aggiuntivo dei kettlebells, quanto piuttosto dal fatto che le minibands (durante il movimento) fanno oscillare i kettlebells avanti e indietro.

Questa oscillazione viene accentuata se si eccede con lo slancio per sollevare il bilanciere; per questa ragione l’atleta è costretto a mantenere una velocità lenta e costante evitando pericolosi strattonamenti.

E’ evidente come, nel momento in cui si inizia a “barare” usando troppo i muscoli della schiena, la serie diventi impossibile da completare.

 

 

Il vantaggio principale di questa forma di curl, che mi piace chiamare anticheating curl, è proprio il fatto che è impossibile eseguirli “barando”; inoltre gli oscillamenti che avvengono durante ogni ripetizione causano una continua variazione del centro di massa rendendo l’esercizio molto più instabile.

Applicazioni simili possono essere sperimentate anche su altri esercizi con il bilanciere come ad esempio squat, stacco e panca piana.

 

Vuoi conoscere meglio le Loop Bands®?

Se desideri scoprire le migliaia di applicazioni consentite da questo strumento iscriviti al nostro corso di specializzazione!

 

CORSI LOOP BANDS®

 

 

Iscriviti alla newsletter!